Bambina introversa solo a scuola

Forum DomandeCategoria: Problematiche scolasticheBambina introversa solo a scuola
Susanna ha scritto 1 anno fa

Buongiorno dottoressa,

Le scrivo per mia figlia di 5 anni
Lei a casa e nella vita di tutti i giorni è una bimba solare gioca con le sorelle.
Andiamo al parco e gioca.. Inventa giochi..inventa  giochi simbolici insomma tutto normale..

Quando è a scuola invece la maestra mi dice che è molto chiusa..ha 2 amichette che gioca ma sempre in modo molto timido ma cmq è una bimba molto chiusa…e non capisco xche lei è tutt altro che introversa e come se fosse un altra bambina  solo a scuola…a volte se x esempio la maestra legge una storia lei si distrae(premetto che non è mai stata entusiasta a sentire leggere un libro piuttosto le piace sfogliarlo).

Sto facendo un percorso di psicomotricità e la maestra mi ha detto che le volte che è andata sempre tutto bene..tranne che introversa.

Quindi il problema è solo a scuola?

Cosa dovrei fare ?cosa dovrei dire alla maestra?

Grazie
Susanna

Condividi questa pagina su:
1 Risposte
Dott.ssa Beatrice Dugandzija Staff ha risposto 1 anno fa

Buongiorno Susanna,

spesso può accadere che fuori dall’ambiente familiare emergano alcune difficoltà dei nostri figli che noi genitori di solito non abbiamo modo di vedere. Alcuni bambini, ad esempio, possono fare più fatica ad inserirsi nel gruppo dei pari, mostrandosi intimiditi o introversi, come nel caso di sua figlia, altri posso apparire troppo vivaci, o addirittura irruenti e un po’ aggressivi.

Tali manifestazioni non esprimono altro che una difficoltà da parte di questi bambini nel gestire i propri stati emotivi in un contesto sociale più complesso e allargato, come è qualsiasi gruppo di pari, nel caso di sua figlia il gruppo di classe.

Durante la scuola materna i bambini acquisiscono le basi delle loro future competenze sociali: imparano ad esprimere i propri bisogni, ma nello stesso tempo accogliere quelli degli altri, a condividere e negoziare, a rispettare le regole di un gioco, a rispettare le diversità.

Aver avviato un percorso di psicomotricità mi sembra un ottima idea, sicuramente questo percorso potrà aiutare la sua bambina a gestire meglio le sue paure e insicurezze e avere strategie relazionali efficaci non solo negli ambienti per lei più familiari, ma anche nei contesti più complessi.

inoltre la neuropsicomotricista potrà insieme a voi e alla maestra valutare come meglio supportare vostra figlia in questa sua fase di crescita.

Beatrice Dugandzija

Condividi questa pagina su:
Follow by Email
LinkedIn
Share
WhatsApp
Reddit
FbMessenger
Copy link