Tappe di sviluppo psicomotorio a 15 mesi

8th Ago 2014
Sviluppo bambino di 15 mesi

Sviluppo bambino di 15 mesi

Tappe di sviluppo psicomotorio a 15 mesi

Qui sotto sono schematizzate le principali tappe di sviluppo neuropsicomotorio al quindicesimo mese di vita.

E’ fondamentale ricordare che esiste una notevole variabilità individuale e che pertanto i mesi relativi alle varie tappe sono solo indicativi.
Per ipotizzare un eventuale ritardo nello sviluppo neuropsicomotorio, non deve essere stato raggiunto un numero elevato delle tappe indicate per il mese/anno specifico. In tal caso va effettuata una valutazione da parte di un Neuropsichiatra infantile.

  • Cammina da solo con una base d’appoggio allargata (a gambe larghe). Spesso cade o va a sbattere contro i mobili. Quando cade riesce a rialzarsi da solo
  • Si arrampica su per le scale e può  riuscire a scenderle all’indietro
  • Si inginocchia senza bisogno di aiuto o appoggio
  • Chiede oggetti fuori dalla sua portata indicandoli con l’indice
  • Raccoglie oggetti di piccole dimensioni o cordicelle con una precisa prensione a pinzetta, usando una sola mano
  • Manipola i cubi e riesce acostruire una torre di 2, una volta mostratogli come fare
  • Mette e toglie gli oggetti da un contenitore con precisione (ad es togliere ed infilare dei pioli nei fori)
  • Afferra un pastello con tutto il palmo della mano dalla parte distale. Disegna degli scarabocchi muovendo il bracco avanti e indietro in varie direzioni
  • Dice spontaneamente alcune parole riconoscibili (circa 2-6), usandole nel contesto appropriato e ne comprende molte di più
  • Mostra di capire parole nuove ogni settimana
  • Mantiene l’interesse per un libro per 2 minuti o più se gli si dice i nomi di quanto raffigurato
  • Comprende ed esegue istruzioni semplici: non toccare, dammi la macchinina, vieni a tavola
  • Quando gli viene chiesto, indica con il dito persone, animali o giocattoli conosciuti
  • Comunica i propri desideri o bisogni indicando con il dito, vocalizzando strillando
  • Spinge un giocattolo grande con le ruote (ad es. un carrellino,  un passeggino)
  • Esplora con grande curiosità un giocattolo, un oggetto di vita quotidiana e oggetti che fanno rumore, studiandone le caratteristiche e le funzioni.
  • Si impegna nel gioco funzionale ( spinge una macchinina, colpisce con un martello-giocattolo una superficie), un Inizia a giocare in modo simbolico (ad es. finge di bere da una tazza vuota, fa finta di dormire appoggiando la testa sul cuscino)
  • spinge una macchinina…)
  • Porta le bambole tenendole per le gambe, i capelli o i vestiti
  • Lancia gli oggetti per terra per gioco o per esprimere la propria opposizione e osserva dove cadono. Cerca un giocattolo nascosto
  • Gli piacciono i giochi  di “dare e prendere”
  • Tiene in mano una tazza e riesce a bere da solo
  • Tiene in mano un cucchiaio, lo porta alla bocca e ne lecca il contenuto, ma non riesce  a non rovesciare il contenuto
  • Mastica bene ma non tenendo chiuse le labbra, non trattiene in bocca tutto il boccone di cibo
  • Esplora l’ambiente molto attivamente. Per tale motivo va continuamente osservato perché non corra dei rischi
Dott.ssa Beatrice Dugandzija

Dott.ssa Beatrice Dugandzija

Laureata in Medicina, specializzata in Neuropsichiatria dell'Infanzia e della Adolescenza, si occupa della diagnosi e terapia dei maggiori disagi infantili e adolescenziali nel proprio studio di Milano.
Per contatti e informazioni: 348 9842 542
Dott.ssa Beatrice Dugandzija

Ti potrebbe anche interessare...close